Convenzione tra il comune di Settimo Vittone e il FAI - Fondo Ambiente Italiano - per la valorizzazione , la promozione e la pubblica fruizione del complesso monumentale di "San Lorenzo".

Settimo Vittone

Il complesso monumentale di San Lorenzo

La chiesa di San Lorenzo

Visita esterna del battistero

Visita esterna della chiesa di San Lorenzo

Interno del complesso monumentale

Lato Ovest

Lato Nord

Lato Sud

Cappella Avogadro

Area presbiteriale

Manica di raccordo

Interno del battistero

Video San Lorenzo

Orario Visite

Ringraziamenti

Come raggiungere la pieve


Visita esterna del battistero

Si nota sulla porta attuale di entrata (7), una piccola lapide murata che ricorda la Beata Ansgarda, regina dei Franchi. La lapide non è originaria, ma probabilmente barocca ed è stata murata in quella posizione solo alla fine dell'800.

All'osservazione appare evidente la discontinuità tra la muratura più antica, di ciottoli piccoli, informi e annegati nella malta, con intrusioni di frammenti laterizi, e quella della zona alta, rifatta con conci di pietra più grossi e regolari, per meglio reggere il peso della copertura, le cui lastre in pietra appoggiano direttamente sull'estradosso della cupola.

 

 

 

Girando sul lato sinistro del Battistero, si può notare l'inserimento, nella costruzione originaria, dell'absidiola (2) sul lato est, e come la porta originaria (8) (lato sud-est) sia stata chiusa in un secondo tempo, forse quando furono aperte quella sul lato ovest (9), ancora presente nel 1875, e la porta nord (7) attuale entrata. Anche le finestre subirono rimaneggiamenti: si può vedere la traccia di aperture più basse e larghe, che poi furono tamponate, creando aperture alte e strette, e usando laterizi romani di ricupero, come spalle delle finestre stesse.